• Agenzia - Piazza Cavalli

Ottimismo sul mercato immobiliare: la ripartenza è in mano ai giovani

Aggiornato il: nov 19

Il Rapporto immobiliare residenziale 2020 realizzato dall'Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate riguarda un anno, il 2019, che ha segnato fortemente in negativo il mercato a livello internazionale a causa dell’epidemia da Covid-19.

Gli scenari che si prospettano sono ancora incerti, ma è sicuro, però, che il blocco delle attività tra marzo e maggio di quest’anno ha procurato una flessione delle compravendite e di conseguenza il recupero per quest’anno è realisticamente difficile.

Secondo il report, nel 2020, si è previsto un calo nelle compravendite di abitazioni pari circa al 18%, passando da 603 mila a 494 mila.

Il trend negativo sarà tanto forte da ripercuotersi anche sul 2021, almeno per i primi mesi dell’anno.

Tuttavia, dai dati dell’Osservatorio, emerge che le famiglie italiane non sono ancora totalmente consapevoli delle ripercussioni che questa crisi avrà sulla loro capacità di spesa e quindi anche sulla propensione all'acquisto di un’abitazione o di altri beni.


Meno di 500 mila compravendite residenziali nel 2020

Alla luce della situazione dovuta alla pandemia Covid-19, la società di consulenza Nomisma ha delineato 3 diversi scenari di evoluzione del contesto macroeconomico e del mercato immobiliare italiano: “base”, “soft” e “hard”.

Secondo lo scenario base, le compravendite per il mercato immobiliare residenziale dovrebbero attestarsi al di sotto delle 500 mila unità, passando dalle 603 mila transazioni del 2019 alle 494 mila del 2020 (-18%). Tale risultato può oscillare tra 471 mila (-22%) e 518 mila compravendite (-14,1%), a seconda che si consideri lo scenario più avverso (hard) o lo scenario più favorevole (soft).

In questo contesto anche l’erogazione dei mutui rallenta, prevedendo un forte deficit.




La ripartenza comincia dai giovani

Nonostante la mancata consapevolezza, in Italia c’è un atteggiamento ancora positivo e di speranza delle famiglie, a differenza di quanto accade per la maggior parte delle imprese.

In questo scenario, però, emerge una percentuale di imprese che, grazie ad un forte livello di innovazione, sarà fondamentale per la ripresa.

All'interno di queste aziende infatti lavorano risorse umane, giovani brillanti e preparati, su cui bisogna puntare: se queste “nuove leve” riusciranno a intravedere un futuro, potranno anche pensare di fare dei passi importanti come ad esempio l’acquisto di una casa, supportando la ripartenza del settore immobiliare.

La vera sfida sarà il 2021

Il contesto economico resta incerto, ma per la ripresa sarà fondamentale il contributo dei giovani adulti per rilanciare il mercato, nonostante le previsioni indichino già un trend in lieve miglioramento.

La vera sfida dunque sarà il 2021, dove per lo scenario “soft” si prevede un recupero delle transazioni già nella prima parte del prossimo anno, facendo risalire le compravendite fino a 537 mila.

Generali Italia - Agenzia Generale di Piacenza

Piazza dei Cavalli, 68 - 29121 Piacenza

ORARI APERTURA
Lunedì - Giovedì dalle 08:30 alle 17:00
Venerdì dalle 08:30 alle 13:30
Sabato e Domenica chiuso

          assistenzaclienti@generalipiacenza.it

          0523.383211

  • Facebook
  • Instagram

Gli Agenti Generali: Nicoletta Pagani RUI A000128436 - Massimo Pagani RUI A000123373 - Giovanni Monti RUI A000123455 - Pierluigi Fioruzzi RUI A000242117.

SOGGETTO A VIGILANZA IVASS. Puoi verificare le iscrizioni nella sezione RUI del sito web dell’IVASS.

© 2020 Generali - Agenzia Generale di Piacenza - Piazza dei Cavalli  –  P.IVA 01403080334 - Designed by Luca Gionelli ©

Privacy Policy  –  Cookie Policy